Puerto Madryn: un paradiso per gli amanti degli animali

Hai mai sentito parlare della penisola Valdés? Non è solo una penisola in Argentina ma anche un parco naturale, famoso per la sua fauna. In alta stagione puoi vedere un sacco di animali tra cui pinguini, leoni marini, elefanti di mare, orche e molti altri. Ma i più impressionanti, e ironici, sono le balene. Siamo arrivati nel parco in bassa stagione, quando ci sono meno animali, ma, balene a parte, ne abbiamo visti molti!

La cosa buona di visitare la zona in bassa stagione è che ci sono molte meno persone in giro e sui sembra di avere il parco tutto per te quando osservi gli animali.

Per esplorare la penisola la cosa migliore è pernottare a Puerto Madryn, città sperduta nel mezzo dell’Argentina. Anche se può sembrare piccola, è la città più grande della regione di Chubut. Da qui è facile noleggiare un auto o unirsi ad un’escursione organizzata da una delle molte agenzie nell’area.
Che non ti venga nemmeno in mente di noleggiare una bici: la penisola è molto più grande di quanto sembra ed è a 100 km dalla città!

Dopo aver pesato tutte le opzioni, abbiamo deciso di esplorare l’area con un’agenzia. Volevamo essere sicuri di vedere il maggior numero possibile di animali e quindi avevamo bisogno di una guida per sapere dove andare e quando. Abbiamo scelto Cuyunco turismo ed è andata benissimo!

Peninsula Valdes

La mattina la guida ci è passata a prendere di fronte all’Airbnb per passare la giornata sulla penisola Valdes. Ci ha subito detto che in questo periodo dell’anno (aprile) avremmo avuto la penisola praticamente solo per il nostro gruppo di quattro persone.

La visita inizia con l’entrata al parco (650 pesos). Subito dopo ci siamo fermati in un piccolo museo per i visitatori. Qui puoi farti un’idea di quali sono gli animali che abitano il parco. Se vieni senza una guida è anche il posto perfetto per chiedere come organizzare la tua giornata.

Guanaco peninsula Valdes
Uno dei molti guanaco che abbiamo incontrato lungo la strada.

Dopo la breve sosta ci siamo diretti a punta Norte, raggiungedola 1h30min dopo, per vedere i leoni marini. Sulla strada abbiamo visto un bel po’ di guanacos, cugini dei lama che si possono incontrare in tutta la Patagonia. Le prime volte scappavano appena l’auto si fermava, ma dopo alcuni fallimenti siamo finalmente riusciti a fare delle foto decenti.

Leoni marini peninsula Valdes
La colonia di leoni marini di punta Norte.

Siamo arrivati a punta Norte con l’alta marea. In questo periodo dell’anno, con l’alta marea e molta fortuna, è possibile vedere delle orche a caccia di cuccioli di leone marino. Si muovono incessantemente lungo la costa, cercando dei cuccioli che si avventurano in mare, per poi mangiarseli. È uno spettacolo incredibile a cui, sfortunatamente, non abbiamo assistito. Ma almeno i cuccioli erano salvi!

Abbiamo poi percorso la costa fino alla caleta Valdes, dove abbiamo visto alcuni giovani elefanti marini. Tutti gli adulti se n’erano già andati e i giovani si apprestavano a farlo. La guida ci ha anche spiegato come differenziare tra foche e leoni marini. Un modo rapido di farlo è cercare di trovare le orecchie. Le orecchie delle foche, per resistere ad una maggiore pressione esterna e potersi immergere a profondità elevate, sono quasi invisibili. La guida ci ha spiegato un po’ di tutto su di loro: dall’alimentazione alla riproduzione. È stato molto interessante.

Successivamente abbiamo raggiunto punta Delgada, dove è stato possibile vedere un po’ di pinguini. La colonia non è grande e molti di loro se n’erano già andati quindi non credevamo di riuscire a vederne molti. Ma anche solo la metà della piccola colonia ammonta comunque a 200 pinguini, e siamo riusciti a vederne qualcuno da molto vicino!

Per finire la giornata, la guida ci ha portato a Puerto Piramides, il solo centro abitato della penisola Valdes. Da qui puoi prendere una barca per andare a vedere le balene o a fare immersioni. Nel nostro caso non era la stagione per nessuna delle due attività. Alla fine della giornata abbiamo accumulato 5 ore di macchina: la penisola Valdes è enorme!

Abbiamo deciso di passare il secondo giorno a Puerto Madryn facendo un secondo tour proposto da Cuyunco Turismo, per poter vedere altri pinguini e qualche dinosauro!

Trelew

Museo di paleontologia
La parte dedicata ai dinosauri del museo di paleontologia di Trelew.

Abbiamo cominciato il tour a Trelew, con la visita del museo di paleontologia. A causa di un fraintendimento sull’ora d’apertura, siamo dovuti ritornare a fine giornata. Attenzione: hanno orari diversi nei giorni festivi ma non sono correttamente segnalati sul loro sito internet. Il museo non è grande ma è una perfetta introduzione a tutti i fossili trovati in Patagonia. Sapevamo che la regione era famosa per i ritrovamenti ma non pensavamo ce ne fossero stati così tanti!

Qui è stato trovato anche il dinosauro più grande del mondo, il Patagotitan. Per farti un’idea di quanto era grande, puoi trovarne una replica subito fuori Trelew!

Patagotitan trelew
La replica del Patagotitan fuori Trelew, noi forniamo da scala.

Punta Tombo

Pinguini punta Tombo
Alcuni degli adorabili pinguini di punta Tombo.

La nostra seconda tappa è stata punta Tombo, casa della più grande colonia di pinguini di Magellano del mondo. La colonia si trova all’interno di una estancia privata. Il proprietario ha donato parte della terra allo stato per creare una riserva per i pinguini. Questi ritornano qui ogni anno e possono essercene anche un 1 milione! Quando c’eravamo noi , solo metà dei pinguini erano presenti. Ma 500 mila sono già tantissimi! Erano dappertutto, così carini con il loro goffo modo di camminare.

Gaiman

La regione è stata colonizzata dai un gruppo di gallesi. Alcune delle loro tradizioni, come il tè, sono rimaste tutt’oggi. Proprio per il tè, servito con tanti biscotti e pasticcini, ci siamo fermati a Gaiman. Abbiamo camminato per le strade della piccola cittadina, trovando la prima casa che vi fu costruita e la scuola in lingua gallese.
Come durante la giornata precedente, abbiamo passato molto tempo nel bus. La guida è però riuscita a far passare il tempo velocemente grazie alle storie sul passato della regione.


Il tempo passato a Puerto Madryn e le due escursioni ci sono piaciute molto. Il nostro unico rimpianto è non essere riusciti a vedere nessuna balena. Ma, con un po’ di pianificazione, dovremmo riuscire a vederle più tardi durante il viaggio e avere la penisola solo per noi è stato bello.

Hai mai visto delle balene dal vivo? Dove raccomenderesti di andare?


Per non perderti nessuna delle nostre avventure, iscriviti alla nostra newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.