Il parco Tayrona: un angolo di paradiso

La costa nord della Colombia non offre solo una delle più belle città coloniali caraibiche, ma anche un parco paradisiaco: il parco Tayrona. Si trova non lontano dalla città di Santa Marta, una base perfetta per esplorare la zona ma che non offre molto di più. Nel parco Tayrona troverai una fitta foresta, bellissime spiagge, un’incredibile quantità di pesci e molto di più. L’unico modo di esplorare il parco è camminarci, ma puoi anche fare delle immersioni nelle sue acque.

Continua a leggere

La colorata Quebrada de Humahuaca

Dopo aver vissuto in un furgoncino in Cile e prima di passare tre giorni in una Jeep in Bolivia, siamo ripassati in Argentina. Qui abbiamo scoperto un’altra fantastica regione, diversa da quelle che avevamo già visto: la Quebrada de Humahuaca. I suoi piccoli villaggi sono circondati da montagne dei colori più sorprendenti. Abbiamo fatto base a Tilcara, il che ci ha permesso di muoverci nella zona usando solo i trasporti pubblici. Se invece vuoi noleggiare un auto è meglio passare per Jujuy, più a sud. I villaggi principali della zona sono: Tilcara, Purmamarca e Humahuaca. 

Continua a leggere

Una gita in Honduras: le rovine di Copan

Copan Ruins

Mentre eravamo in Guatemala abbiamo deciso di fare una piccola deviazione per andare a visitare le rovine della città Maya di Copan, in Honduras. Sapevamo che ne avremmo viste molte altre nelle settimane seguenti, ma queste sembravano diverse dalle altre. Eravamo inoltre in piena stagione delle piogge, quindi la nostra idea iniziale di bagnarsi nel fiume di Semuc Champey, probabilmente in piena, non ci piaceva più così tanto…

Continua a leggere

San Gil: la capitale dell’avventura in Colombia

Quando stavamo per lasciare Bogotà per raggiungere Cartagena ci siamo accorti che ci sarebbero volute 22 ore di viaggio per raggiungerla. Visto che potevamo perdere alcuni giorni, abbiamo deciso di aggiungere una tappa lungo il percorso. Il posto più facile dove fermarsi sarebbe stato Medellin, ma avremmo dovuto passarci più tardi per prendere l’aereo direzione Guatemala. Abbiamo perciò chiesto aiuto sui social network e un po’ di gente ci ha consigliato San Gil. Ce l’hanno presentata come il posto perfetto dove fare sport estremi e ci ha immediatamente interessato.

continua a leggere

Eje Cafetero: molto più che solo caffè

Mentre preparavamo il nostro viaggio in America Latina, non sapevamo esattamente cosa fare in Colombia. Non avevamo nessuna guida di viaggi da cui prendere spunto come per gli altri paesi ma abbiamo potuto parlare con diversi colombiani conosciuti a Parigi. Tutti ci avevano consigliato di visitare l’Eje Cafetero, la regione del caffè. Visto che Paolo è un grande appassionato di caffè abbiamo deciso di passarci una settimana intera.

continua a leggere

Una notte sul vulcano Acatenango

Tra tutti gli incredibili spettacoli che la natura ci dona, la vista di un vulcano in eruzione è uno di quelli che ti rende più umile. Di fronte alla terra che trema, la lava, il fumo e il rumore assordante non si può far altro che sentirsi piccoli, indifesi e in completa ammirazione. Sfortunatamente per le persone colpite negativamente dalle eruzioni, queste non possono essere predette. Ci sono però alcuni vulcani che eruttano abbastanza frequentemente da poterli osservare a distanza di sicurezza. Uno di questi è il volcan de Fuego. Per vedere le esplosioni in sicurezza dovrai però salire sul vulcano di fronte: l’Acatenango.

continua a leggere

Titicaca: un lago, due paesi, tre isole

Leggenda narra che il primo Inca, Manco Capac, venne creato da Inti, il dio sole, e emerse dalle profondità del lago Titicaca. Creò poi la civiltà Inca, stabilendo la sua capitale a Cuzco.

Con una tale storia era impossibile per noi non voler visitare il famoso lago e alcune delle sue più di 40 isole. A 3800 mslm, il lago Titicaca è il più alto lago navigabile del mondo e si trova al confine tra due paesi: Perù e Bolivia.

Continua a leggere