Il parco Tayrona: un angolo di paradiso

La costa nord della Colombia non offre solo una delle più belle città coloniali caraibiche, ma anche un parco paradisiaco: il parco Tayrona. Si trova non lontano dalla città di Santa Marta, una base perfetta per esplorare la zona ma che non offre molto di più. Nel parco Tayrona troverai una fitta foresta, bellissime spiagge, un’incredibile quantità di pesci e molto di più. L’unico modo di esplorare il parco è camminarci, ma puoi anche fare delle immersioni nelle sue acque.

Immergersi 

Il modo migliore e più economico di fare delle immersioni è raggiungere Taganga, un piccolo villaggio di pescatori. Questo villaggio, definito da molti un paradiso dei viaggi a basso costo, si trova a soli venti minuti dal centro di Santa Marta. Una volta arrivato, devi solo cercare il club d’immersioni che preferisci e pagare uno dei prezzi più bassi tra quelli che abbiamo trovato durante il viaggio. Prima però dai un’occhiata alle recensioni online, solo per essere sicuro della qualità del servizio.

Similmente all’immersione fatta al largo dell’isola del Rosario, la principale attrazione è anche qui la barriera corallina. L’abbiamo trovata ancora più bella e piena di pesci! Potrebbe anche essere dovuto al fatto che eravamo più rilassati rispetto alle prime immersioni grazie alla nostra maggiore esperienza. Mentre le due immersioni sono fatte nel parco, la pausa tra le due è fatta su una spiaggia assolata subito fuori dallo stesso.

Taganga
Dopo molte immersioni, e grazie ad un po’ di prospettiva, Paolo è finalmente riuscito a mostrare quanto ami la vita sottomarina baciando un pesce.

Entrare al parco Tayrona

Se pernotti a Santa Marta, chiedi al tuo albergo se puoi lasciare la maggior parte del tuo bagaglio là. Porta con te solo lo stretto necessario. Soprattutto, non dimenticarti la crema solare, il repellente per insetti, un o snack, e tanta acqua! Avrai la possibilità di comprare cibo e bibite in alcune parti del parco. Anche riempire la tua borraccia, a patto che abbia un filtro. In ogni caso, il sole non perdona, quindi è meglio arrivare ben forniti d’acqua.

Ci sono due entrate al parco. Dalla principale, El Zaino, sei già ad altezza spiaggia. Invece la secondaria, Calabazo, offre la possibilità di camminare tra colline e giungla per poi raggiungere le spiagge dall’alto. La camminata da Calabazo può risultare difficile, ma solo a causa della temperatura e l’umidità estreme. Quindi assicurati di iniziare la mattina presto. Qualunque sia la tua scelta, se ci vai in bus, assicurati di farla sapere all’autista.

Noi abbiamo cominciato da Calabazo per diverse ragioni. Prima di tutto volevamo camminare nella giungla, principalmente perchè ci sarebbero state meno persone e quindi una maggiore probabilità di vedere animali selvatici, come le scimmie! Volevamo inoltre passare due giorni nel parco e iniziare da Calabazo ci avrebbe permesso di fare un bel giro circolare senza ritornare sui nostri passi.

Camminare nella giungla

Tutte le nostre aspettative sulla camminata sono state soddisfatte: eravamo praticamente soli e siamo riusciti a vedere delle scimmie dopo cinque minuti. Ma avevamo davvero sottostimato il caldo umido: eravamo esausti!

Tayrona giungla
La fitta giungla del parco. Tra queste colline, il popolo Tayrona vive ancora in piccoli villaggi.

Il sentiero passa vicino a Pueblito, un sito archeologico del popolo Tayrona. Il sito è rimasto chiuso al pubblico negli ultimi anni visto che è considerato sacro dalla popolazione indigena.

Una volta arrivato in cima alla collina comincerai a vedere le onde che si infrangono sulla costa. L’ultima parte in discesa presenta una pendenza notevole ed è meglio evitarla in caso di pioggia.

Le spiagge di Tayrona

Se sei entrato a Calabazo, la prima spiaggia che incontrerai è la spiaggia nudista di Boca del Saco. Fai molta attenzione, qui, come in molte altre spiagge del parco, è vietato bagnarsi. Le onde e le correnti sono molto forti e molti hanno perso la vita.

A solo venti minuti da Boca del Saco troverai Cabo de San Juan. È una delle due spiagge in cui puoi farti un bagno rilassante. Qua hai anche l’opportunità di mangiare e passare la notte in un’amaca o una tenda. È probabilmente la spiaggia più famosa del parco. Dopo la stancante camminata, fai dello snorkeling, distenditi sulla spiaggia e goditi la vita caraibica.

Tayrona pesci
Ci sono così tanti pesci vicino a riva che quasi non hai bisogno della maschera per goderti lo spettacolo.

Altri venti minuti e arrivi alla Piscina. Come il nome suggerisce, questo è il posto con l’acqua più calma di tutto Tayrona. E la vista è incredibile! Sabbia bianca circondata da rocce, un’acqua cristallina e banchi di pesci che nuotano…

Tayrona piscina
La Piscina una delle poche spiagge dove è possibile nuotare, e noi vi invitiamo a farlo!

Dalla Piscina, lungo la strada che ti porta a El Zaino, camminerai lungo la costa, passando per molte spiagge. Su tutte è sfortunatamente vietato nuotare, ma sono uno spettacolo per gli occhi!

Una notte in amaca

Se hai la possibilità, ti consigliamo caldamente di passare almeno una notte nel parco. Tayrona è una delle destinazioni più visitate di Colombia, ma la maggior parte dei turisti si ferma solo in giornata. Perciò verso le 16 il parco comincia a svuotarsi, e le spiagge sono molto meno affollate. Inoltre, guardare il tramonto dalla torre di Cabo San Juan è un’esperienza fantastica! Infine, probabilmente ti sveglierai presto a causa del rumore e della luce. Ma questo vuol dire ancor più tempo solo sulla spiaggia!

Cabo San Juan tramonto
Il tramonto da Cabo San Juan. Con la maggior parte dei turisti ormai a casa, l’atmosfera è ancora più magica!

Il prezzo di due amache (e due armadietti) o una tenda per due a Cabo San Juan è lo stesso. Avendo sofferto il caldo tutto il giorno abbiamo deciso di dormire in amaca: che notte!

Relax a Palomino

Dopo aver ripreso i bagagli a Santa Marta, abbiamo deciso che avevamo bisogno di qualche giorno di completo relax. Siamo andati a Palomino, un piccolo villaggio lungo la costa, all’estuario di un fiume. Lì puoi rilassarti sulla spiaggia, bevendo direttamente dalle noci di cocco sdraiato su un lettino, tuffarti in mare o nell’acqua del fiume. Puoi anche scendere il fiume su delle grandi ciambelle gonfiabili, ma dopo aver fatto rafting sapevamo che ci saremmo annoiati. Palomino è il posto perfetto per riprendere le forze dopo due giorni belli, ma intensi, nel parco Tayrona.

Palomino
Spiaggia, lettino, una noce di cocco da bere… Cosa puoi chiedere di più?

Per non perderti nessuna delle nostre avventure, iscriviti alla newsletter mensile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.